A prima vista sembrano tutti simili: moltissime foto di proprietà, una ricerca maneggevole e mappe. I siti web immobiliari odierni sono reattivi e attraenti. Alcuni convertono i visitatori in clienti meglio di altri, ma cosa esattamente rende un sito web immobiliare di successo?

Abbiamo intervistato tre sviluppatori di WordPress di diverse parti del mondo che hanno creato siti web immobiliari multilingue di successo. Per scoprire come creare questi siti web di successo continua a leggere.

Il progetto e gli autori

immagine04 Sito web: antonini-realty.com

Luogo: Umbria, Italia

Lingue: italiano, inglese, olandese

Proprietà: principalmente edifici storici

Numero di proprietà: più di 200

Tema di WordPress: case vere

Numero di persone che lavorano al progetto: 2

immagine02 Intervistata: Caroline van Agteren, un agente immobiliare e comproprietaria del sito web
immagine08 Sito web: mcgillimmobilier.com

Luogo: Montreal, Canada

Lingue: francese, inglese

Proprietà: condomini

Numero di proprietà: più di 5000

Tema di WordPress: un tema creato da zero

Persone che lavorano al progetto: 4

immagine18 Intervistato: Ildar Khakimov, sviluppatore di WordPress da qc-digital.com
immagine09 Sito web: imoalk.com

Luogo: Portogallo

Lingue: portoghese, inglese, francese

Proprietà: case lungo la costa

Numero di proprietà: più di 400

Tema di WordPress: un tema del set di strumenti

Persone che lavorano al progetto: 1

immagine06 Intervistato: Antonio Almeida, un venditore che sa come mettere insieme le cose con WordPress.

Regola numero uno: sviluppare l’interesse dei clienti

Prima di sporcarvi le mani implementando un sito web immobiliare dovete comprendere lo scopo del sito. Per un minuto evitate di pensare che creare un sito web immobiliare si riduca a mettere le proprietà in mostra e a offrire una buona ricerca.

Ha mai provato qualcosa di simile a questo? State cercando un appartamento da acquistare, trovate una bellissima immagine del luogo che necessitate. Anche il prezzo sembra promettente. Contattate l’agenzia che vi dice: “Siamo spiacenti, ma questa proprietà è già stata venduta/prenotata. Tuttavia, ne abbiamo una simile che potrebbe interessarle”.

L’obiettivo di un sito immobiliare è generare contatti. La generazione di contatti è l’inizio dell’interesse del cliente o della domanda di informazioni sui prodotti o servizi che offre la vostra attività. Se desiderate realizzare un sito web immobiliare di successo dovete offrire delle cose che stimolino l’interesse dei clienti. L’interesse al sito stesso o a un’offerta specifica, questo sarebbe il primo passo. Il passo successivo è incoraggiare il cliente ad intraprendere l’azione desiderata.

Quali sono queste azioni? Scopriamole dai nostri intervistati.

Regola numero due: scattate le migliori foto che potete

Le foto attraenti non saranno la vostra arma segreta. Nel business immobiliare è una necessità. La concorrenza nel mercato è alta. Se non impressionate i vostri visitatori, in pochi secondi abbandoneranno il vostro sito e passeranno alla concorrenza.

Caroline van Agteren, un agente immobiliare dell’agenzia Antonini Really in Italia, lo conferma. Quando le abbiamo chiesto cosa sia indispensabile per il successo di un sito immobiliare, ha spiegato:

“Foto! Ora tutto è molto visivo. Riceviamo complimenti sul nostro lavoro fotografico. Alla fine, l’aspetto determina se qualcuno si innamora di una proprietà.”

Infatti le foto sul sito di Caroline sono stupende:

immagine13

Fonte: http://antonini-realty.com/ – Broker immobiliare in Italia, Umbria

immagine11

Se una proprietà non soddisfa criteri specifici non verrà accettata.

“Devono essere belle, affascinanti, attraenti, ma possono essere una rovina totale.”

sostiene Caroline.

Presentazione delle migliori proprietà

Anche se tutti e tre i siti web che presentiamo qui sono basati su temi WordPress diversi, c’è una “coincidenza” interessante nel layout delle loro pagine iniziali.

Prima di tutto, ciascuno dei tre siti ha un grande slider nella sezione “sopra la piega”.

immagine05
Slider con le proprietà su imoalk.com

Slider con le proprietà su mcgillimmobilier.com
Slider con le proprietà su mcgillimmobilier.com

Slider con le proprietà su antonini-realty.com
Slider con le proprietà su antonini-realty.com

Le migliori foto sono state posizionate negli slider per impressionare i visitatori e tenerli sul sito.

Leggermente sotto lo slider c’è una vetrina di proprietà messe in evidenza. Di nuovo, ognuno dei siti web include tale vetrina. Un’altra “coincidenza”? Non proprio.

Il nostro secondo intervistato Ildar Khakimov del Canada, co-autore di mcgillimmobilier.com, commenta: “La nostra pagina web è una vetrina delle nostre migliori proprietà. Presentiamo le nostre migliori offerte con grandi fotografie bellissime e il testo prettamente sufficiente ad allettare il visitatore a cliccare per saperne di più”. Ecco un esempio:

Vetrina dei condomini su mcgillimmobilier.com
Vetrina dei condomini su mcgillimmobilier.com

“… allettare il visitatore a cliccare di più”, saggiamente riassunto. In queste parole Ildar ha incluso anche la prima chiamata all’azione che è stata pianificata per una prospettiva: andare su un’altra pagina. Questa sarà una singola pagina della proprietà dove c’è più spazio per presentare i dettagli.

Caroline aggiunge: “Le informazioni precise sono la chiave per vendere. Dopo che una foto adesca un cliente servono informazioni dettagliate per capire cosa sta guardando”:

Regola numero tre: fornire una facile navigazione che porta al referente

Senza dubbio le informazioni accurate sulla proprietà contano, ma prima la vostra prospettiva deve cercare una proprietà che vi soddisfi. Per far sì che questo succeda dovete allestire il vostro sito con un buon motore di ricerca e navigazione.

“La facilità di navigazione che consente i visitatori di trovare le proprietà di loro interesse e il design pulito che non distragga la gente” erano i primi due requisiti elencati da Ildar quando gli abbiamo chiesto quali erano gli elementi indispensabili del progetto.

“Abbiamo speso molto tempo sulla navigazione e la ricerca, abbiamo provato molte versioni prima di decidere quella che stiamo usando oggi”, afferma Ildar.

Ogni singola pagina delle proprietà include un recapito.
Ogni singola pagina delle proprietà su http://www.mcgillimmobilier.com/ include un recapito.

Tuttavia, al termine della giornata il vostro obiettivo commerciale è concretizzare la prospettiva di contatto dell’agenzia. Qui c’è spazio per includere un’altra chiamata all’azione.

Non sorprende che tutti e tre i siti hanno un’altra cosa in comune: ogni singola pagina delle proprietà termina con il recapito che incoraggia il visitatore a contattare l’agenzia.

Anche questo requisito era stato inserito da Ildar negli elementi indispensabili per il progetto:

“Navigazione completa, così una persona può saltare alla pagina di un agente specifico direttamente dalla proprietà e vedere le altre proprietà vendute dallo stesso agente.”

Scegliete una proprietà sul loro sito, scorrete la pagina verso il basso e vedrete il recapito dell’agente.

Ogni proprietà su http://www.antonini-realty.com include un recapito e le informazioni dell'agente.
Ogni proprietà su http://www.antonini-realty.com/ include un recapito e le informazioni dell’agente.

Stessa cosa succede quando visitate il sito di Caroline.

Spiega: “Le informazioni commerciali e dell’agente sono necessarie per chi cerca assistenza”. Aggiunge che aiuta anche a creare la propria identità.

Raccogliere i vostri dati di contatto

 

Ogni proprietà di imoalk.com ha un modulo di contatto individuale.
Ogni proprietà di imoalk.com ha un modulo di contatto individuale.

Nel suo sito imoalk.com Antonio Almeida ha collegato un modulo di contatto a una proprietà.

Il modulo di contatto consente a un visitatore di contattare l’agenzia per i dettagli su questa particolare proprietà e, inoltre, di raccogliere e archiviare le informazioni di contatto unitamente alla proprietà nel vostro database di WordPress.

In questo modo l’agenzia non solo riceve le e-mail, ma può anche accedere a tutti i contatti raccolti nel back-end di WordPress. Essendo combinati alle proprietà si rivelano anche una grande fonte per le statistiche.

La parte interessante è che Antonio ha implementato tutto ciò senza utilizzare il PHP. Visitate il caso-studio per visualizzare i dettagli.

Regola numero quattro: raggiungere un pubblico più vasto

Avete delle belle foto di proprietà, una navigazione pulita, una buona ricerca e progettato chiamate all’azione intelligenti. È sufficiente per avere successo nel business immobiliare?

Notate che abbiamo descritto tutti gli elementi essenziali del sito immobiliare con un tacito presupposto. Il cliente ha visitato il sito. Ma come possiamo essere sicuri che ci saranno visitatori? Tutti i mezzi attentamente progettati non valgono niente se solo poche persone visitano il vostro sito web.

Il vostro prossimo obiettivo è fare in modo che il sito web attragga del traffico.

Concetto di traduzione linguistica globaleFornire buoni contenuti è sempre gradito. I motori di ricerca come Google lo apprezzeranno.

Il problema è che anche la concorrenza se ne rende conto e farà altrettanto. Quindi dovete presentare qualcosa in più. Tradurre il sito in altre lingue sembrava essere l’opzione perfetta.

Caroline spiega:

“In questo mondo consideriamo essenziale un sito multilingue. I clienti non vengono più in Italia a visitare il vostro ufficio per chiedere se desiderate vendere loro una casa. Tutti cercano su Internet e per lo più vi contattano per organizzare una visita. Poiché esistono molte agenzie là fuori, dobbiamo essere proattivi e preparati.”

Ora il loro sito è disponibile in tre lingue.

Antonini Realty è disponibile in tre lingue: italiano, inglese e olandese
Antonini Realty è disponibile in tre lingue: italiano, inglese e olandese

“Essendo in Italia, l’italiano è ovvio. L’inglese è essenziale, l’olandese perché io e uno dei miei colleghi siamo nati in Olanda, quindi la nostra madrelingua è l’olandese. Vorremmo aggiungere altre lingue, ma siamo titubanti nel farlo senza avere un madrelingua a bordo.”

“La quantità di lavoro per tradurre tutto” è stata elencata come una delle più grandi sfide nel progetto di Caroline, che spiega:

“Certi termini semplicemente non esistono in un’altra lingua o sono difficili da tradurre in una parola, si prende la lingua aggiuntiva nel suo insieme per rendere chiaro l’argomento.”

Tuttavia, se qualcosa sembra essere complicato per voi, c’è una buona probabilità che lo sia anche per i vostri concorrenti. Perché non usare le difficoltà come un’opportunità per distinguere la vostra offerta?

Offrire i contenuti in lingue diversi ha avuto successo. Il sito di Antonini Reality ha attratto clienti di Australia, Svezia, Stati Uniti e Belgio. “Provengono davvero da tutti i posti”, afferma Caroline.

impalk.com è disponibile in tre lingue: portoghese, inglese e francese
impalk.com è disponibile in tre lingue: portoghese, inglese e francese

Presentare il suo sito in tre lingue diverse è stata una decisione ovvia per Antonio. Ha utilizzato WPML con molti siti diversi di sua creazione. imoalk.com è disponibile in portoghese, francese e inglese.

Il sito di Ildar non ha fatto eccezione. Attualmente il suo sito è disponibile in due lingue (francese e inglese) e stanno pianificando di aggiungerne delle altre:

“Siamo nella provincia francofona del Quebec, che fa parte del Canada che parla inglese. Senza dubbio avremmo perso gran parte del mercato se non avessimo tradotto il sito in inglese, stiamo anche lavorando su altre lingue.”

Tutti i nostri intervistati ritengono che lavorare con WPML sia semplice e hanno tradotto tutti gli elementi del sito in diverse lingue. Se necessitate di alcuni dettagli tecnici, visitate il caso-studio di Antonio.

Regola numero cinque: preparatevi per le sfide, è normale

Le sfide nel processo di realizzazione di un sito web immobiliare sono inevitabili. Variano a seconda della grandezza del progetto, degli strumenti e delle risorse che avete, tra cui le persone coinvolte, le loro capacità e la loro esperienza.

La buona notizia è che le soluzioni per superare gli ostacoli sono là fuori. Ecco alcuni problemi affrontati dai nostri intervistati.

Trovare un buon web designer

Per Caroline la sfida più grande nel progetto è stato trovare un buon web designer. Per “web designer” ha un esperto della tecnologia WordPress in mente, non un grafico. Alla fine il tema utilizzato è stato un tema di uno stock pronto all’uso dedicato a un sito web immobiliare. L’hanno scelto per il suo aspetto e puntavano a sistemarlo in base alle loro esigenze.

Necessitavano di un esperto di WordPress per dare avvio alla parte tecnica, tra cui la configurazione di WPML.

“Dopo un po’, dopo aver posto le basi, ho trascorso del tempo con lui per risolvere diversi problemi. Non sembrava troppo complicato e sostanzialmente ne ho assunto il controllo…”

commenta Caroline. Dimostra che quando lo volete potete superare gli ostacoli che potete affrontare:

“… ha richiesto qualche esperimento ed errore, ma per ora so come fare tutto il necessario. Non ho alcuna esperienza precedente, ma sono un’imprenditrice e farò tutto il necessario per la mia azienda, nei limiti dell’essere realistica e affinché non sia una totale perdita di tempo.”

Se necessitate di un design unico per il vostro sito web immobiliare assumete un grafico.
Se necessitate di un design unico per il vostro sito web immobiliare assumete un grafico.

Trovare un buon web designer era importante anche per Ildar. Necessitavano di un tipico grafico tenace. Loro, in qualità di sviluppatori di WordPress, potevano gestire tutto il resto. Per trovare un ottimo web designer hanno indetto una specie di gara e hanno scelto la migliore:

“Abbiamo ricevuto molte presentazioni, poi abbiamo scelto il designer che ci piaceva di più, che ha realizzato il resto delle pagine”.

Se necessitate di un design unico per il vostro sito web immobiliare assumete un grafico.

Motore di ricerca personalizzato

Il motore di ricerca su www.mcgillimmobilier.com è stato realizzato dal team di Ildar
Il motore di ricerca su www.mcgillimmobilier.com è stato realizzato dal team di Ildar

La sfida più grande che il team di Ildar ha affrontato è stato creare un buon motore di ricerca. Il sito di Ildar include più di 5000 proprietà.

“Ogni 4 viene venduto un nuovo condominio tramite McGill Immobilier”, afferma Ildar, quindi implementare un motore di ricerca flessibile non era banale. Volevano “assicurarsi che i visitatori fossero completamente soddisfatti dell’esperienza”, quindi per determinare il migliore sono state necessarie diverse prove.

Motore di ricerca su imoalk.com creato da Antonio senza programmazione PHP
Motore di ricerca su imoalk.com creato da Antonio senza programmazione PHP

Sorprendentemente, la creazione del prototipo della ricerca è risultata essere una fetta di torta per Antonio. Ha utilizzato il plug-in Views per gestirlo. Il plug-in Views che ha utilizzato è famoso per il suo supporto della funzione di ricerca parametrica che vi consenta di creare una ricerca parametrica potente senza utilizzare PHP.

Riflessioni finali

Non importa se realizzate un sito web immobiliare o qualsiasi altro sito basato su WordPress. Al termine della giornata ci sarà sempre qualcosa che desiderereste fare in modo diverso e meglio.

Il team di Ildar ha provato molte versioni per la loro ricerca prima di adottare quello in uso oggi. Al termine dell’intervista Antonio stava ancora lavorando a dei miglioramenti. Caroline confessa che è molto probabile che il loro sito abbia un aspetto leggermente diverso fra 6 settimane:

“Ci piace autocriticarci in qualsiasi modo possibile per essere avanti agli altri nel farlo, quindi spesso non siamo completamente soddisfatti. Anche ora vorremmo aggiungere una cosa, toglierne un’altra e cambiarne un’altra ancora, ecc.”

Tuttavia, tutti i nostri intervistati erano così fieri dei loro progetti da aver deciso di inviarli alla nostra vetrina di WPML. E, più importante, avendo un bel sito web multilingue possono vedere altre opportunità. Caroline riassume:

“Lavorare con WPML e i siti multilingue è positivo per il nostro sviluppo, la nostra immagine, i nostri dipendenti e l’attività. Motiva molto il nostro team ad avere un approccio e un’immagine internazionali e un team felice è positivo per l’attività. Necessitano degli strumenti giusti per lavorarci e un sito supportato da WPML rientra tra questi.

A essere onesta non so come possa funzionare tutto senza. Significherebbe davvero tornare al medioevo…”