Tutti i temi e i plug-in di WordPress possono diventare compatibili con WPML. Seguite questo tutorial per apprendere come testare la compatibilità di WPML e apportare le modifiche richieste al vostro codice per renderlo completamente predisposto per essere multilingue.

Questo tutorial spiega come potete creare parti diverse del vostro tema per renderlo predisposto ad essere multilingue. L’implementazione di tutte le modifiche al vostro tema durerà circa 1-2 ore.

Terminata l’operazione, dovrete creare un file di configurazione della lingua di XML e aggiungerlo alla directory principale del vostro tema. Questa operazione consentirà alle persone di eseguire siti multilingue con il vostro tema, senza dover configurare nulla.

Contenuto

  1. Installare i componenti di WPML
  2. Studio del caso: tema Resort di WooThemes
  3. Tradurre l’intestazione
  4. Tradurre i menu
  5. Tradurre il dispositivo di scorrimento di WooThemes
  6. Tradurre gli elementi del tema e dei plug-in personalizzati
  7. Tradurre il corpo del post
  8. Tradurre i widget
  9. Tradurre il piè di pagina
  10. Creare un file di configurazione della lingua per il vostro tema
  11. Assistenza GetText per stringhe hardcoded
  12. Consigli e idee sul debug

1. Installare i componenti di WPML

WPML include diversi componenti. Alcuni sono richiesti per il lavoro di compatibilità del vostro tema, altri per gli amministratori del sito, che in seguito ne gestiranno il contenuto.

Dovete attivare i componenti essenziali di WPML, che vi consentiranno di tradurre completamente il vostro tema, tra cui il nucleo di WPML, String Translation di WPML e Translation Management di WPML.

Componenti di WPML obbligatori
Componenti di WPML obbligatori

Per ottenerli, andate sul vostro account di WPML e cliccate su Download.

Ovviamente siete i benvenuti ad apprendere gli altri componenti del nucleo e add-on di WPML.

2. Studio del caso: tema Resort di WooThemes

Date un’occhiata a questo esempio di un sito web creato con Resort di WooThemes:

campione-pagina-iniziale

Nel passare in rassegna i diversi elementi di questo sito, apprenderemo come tradurre temi o plug-in avanzati con WPML.

3. Tradurre l’intestazione

L’intestazione del tema e del plug-in proviene dalle impostazioni generali di WordPress:

impostazioni-generali
Impostazioni->Generali

Poiché non fa parte di alcun post, per tradurla dobbiamo utilizzare String Translation di WPML. Andate su WPML->String Translation, cercate la stringa per il suo contenuto (il titolo del sito) e traducetela.

esempio-string-translation
WPML->String Translation

Per tradurla non dovrete fare niente nel tema o nel plug-in. WPML la gestirà automaticamente. Abbiamo mostrato come tradurre il nome del sito, perché stiamo per utilizzare String Translation di WPML per molti altri elementi del vostro tema o plug-in.

4. Tradurre i menu

WPML traduce i menu di WordPress senza dover fare niente. Finché il vostro tema utilizza il sistema di menu standard di WordPress, WPML tradurrà i menu.

Comandi per la traduzione dei menu
Comandi per la traduzione dei menu

Quando andate su Aspetto->Menu, visualizzerete i comandi per la traduzione dei menu di WPML. Scoprite di più sulla traduzione dei menu per vedere come funziona.

5. Tradurre il dispositivo di scorrimento di WooThemes (utilizzando i tipi di post personalizzati)

Il tema esemplificativo che stiamo osservando utilizza un CPT, chiamato “slide” per il dispositivo di scorrimento. In altri termini, è facile tradurre con WPML, con una configurazione ridotta.

Dobbiamo indicare a WPML che il tipo di post personalizzato “slide” è multilingue. In altri termini, WPML offre agli utenti la possibilità di tradurlo.

Potreste chiedervi perché WPML consente a parte del contenuto di essere multilingue e a un’altra parte di essere senza informazioni linguistiche, sullo stesso sito. Ottima domanda!

Quando il contenuto è multilingue, WPML lo filtra e restituirà solamente risultati nella lingua corrente. In alcuni casi si desidera utilizzare lo stesso identico contenuto per tutte le lingue. Ad esempio, se desiderate mostrare gli stessi identici slide (con gli stessi titoli) per tutte le lingue, dovrete mantenere intraducibili i CPT di slide. Desideriamo tradurre gli slide, così potranno avere titoli diversi per lingua.

Nell’interfaccia utente grafica di WPML, modificate uno slide e scorrete fino in fondo. Visualizzerete una sezione chiamata “Configurazione contenuto multilingue“.

Configurazione contenuto multilingue
Configurazione contenuto multilingue

Cliccate sulla casella di controllo per rendere CPT traducibile, quindi su Applica.

Nella vostra istantanea dello schermo potete vedere che è inattivo? Non si tratta di un incidente. Succede perché con il tema o il plug-in avete fornito un file di configurazione della lingua.

Il file di configurazione della lingua indica a WPML tutte le informazioni necessarie sul vostro tema. Questo file include quali CPT e tassonomia devono essere traducibili, quali i campi personalizzati tradurre o sincronizzare e quali stringhe tradurre.

6. Tradurre gli elementi personalizzati del tema o dei plug-in

Molti temi o plug-in hanno funzionalità uniche, che salvano i testi nella tabella wp_options. Il messaggio introduttivo di Resort fa esattamente questo.

Messaggio introduttivo in Resort
Messaggio introduttivo in Resort

Il tema o il plug-in salva questi testi nella tabella wp_options e dobbiamo dire a WPML di tradurli. Aggiungiamo queste informazioni nel file di configurazione della lingua. Lì indicheremo a WPML quali voci della tabella wp_options devono essere tradotte.

Questa tecnica va bene quando le chiavi delle opzioni sono fisse (come nella maggior parte dei temi). Se il vostro tema utilizza array o voci, potrebbe crescere con l’input dell’utente, che deve registrare queste voci in modo dinamico. Per fare questo, utilizzate le funzioni icl_register_string e icl_t di WPML.

7. Tradurre il corpo dei post

WPML consente agli utenti di tradurre facilmente il contenuto. Le schermate di post-modifica includono i comandi per la traduzione di WPML, consentendo di creare nuove traduzioni e di modificare quelle esistenti.

Aggiungere le traduzioni
Aggiungere le traduzioni

Per questa operazione non dovete fare niente nel tema o nel plug-in. Tradurre il contenuto è una funzionalità di base di WPML.

Dovete solamente controllare che qualsiasi testo che il vostro tema aggiunge all’output sia traducibile. Ad esempio, i testi evidenziati in questa istantanea dello schermo dovranno essere racchiusi in chiamate gettext.

Testi del tema
Testi del tema

Se non avete mai utilizzato GetText, scoprite di più sull’argomento nelle nostre FAQ sulla traduzione dei testi del tema.

8. Tradurre i widget

WPML consente agli utenti di tradurre il contenuto dei widget di testo. Inoltre, traduce i titoli di tutti gli altri widget. se il vostro tema o plug-in crea i suoi widget personalizzati, assicuratevi che i loro titoli passino per i filtri standard di WordPress. In questo modo, WPML consentirà agli utenti di tradurre i titoli dei vostri widget attraverso la schermata di String Translation.

9. Tradurre il piè di pagina

Questo tema ha una schermata di amministrazione personalizzata per salvare i testi del piè di pagina.

Testi del piè di pagina
Testi del piè di pagina

Come gli altri testi che abbiamo visto, il tema o il plug-in hanno salvato i testi del piè di pagina anche nella tabella wp_options. Aggiungeremo queste voci al file di configurazione della lingua, indicando a WPML di tradurle.

10. Creare un file di configurazione della lingua per il vostro tema

Quando avete finito e il vostro tema è completamente compatibile con WPML, probabilmente vorrete semplificare il più possibile agli altri l’esecuzione di siti multilingue con il tema.

Creare un file di configurazione della lingua per il vostro tema e salvarlo nella directory principale del tema. Il file indica a WPML quali tipi di post personalizzati, tassonomia, campi e opzioni sono traducibili.

Questo piccolo file XML farà risparmiare ore ai vostri clienti, consentendo loro di eseguire siti multilingue senza sforzi. I vostri clienti disporranno di un insieme di elementi funzionanti, senza dover configurare cosa tradurre. Questo permetterà anche a voi di risparmiare lavoro di assistenza.

11. Assistenza GetText per stringhe hardcoded

Anche se non è strettamente collegato a WPML, dovete ricordare di racchiudere tutte le stringhe del vostro tema in chiamate GetText. In altri termini, i testi hardcoded appariranno sul sito nella lingua corretta. Dovete farlo sia per i testi dell’area di amministrazione del tema che i testi visualizzati sulle pagine front-end.

Per tradurre le stringhe hardcoded, tutti i temi e i plug-in di WordPress, che siano predisposti o meno per essere multilingue, devono utilizzare GetText. I temi predefiniti di WordPress utilizzano GetText in modo molto accurato e sono un ottimo riferimento, se avete iniziato da poco.

Racchiudere i testi in chiamate GetText è una grande materia di per sé. Se non avete familiarità con essa o necessitate di aiuto con il debug della localizzazione del vostro codice, date un’occhiata a:

Dovreste sapere che WPML si integra completamente con GetText. Una volta racchiuse le stringhe hardcoded in chiamate GetText, riuscirete a tradurle direttamente dall’area di amministrazione di WordPress utilizzando la schermata String Translation di WPML. Inoltre, WPML può esportare e importare file .po per voi, consentendovi di tradurre le stringhe del vostro tema, tutto all’interno di WordPress.

12. Consigli e idee sul debug

Se avete già familiarità con le basi di WPML e state lavorando sulla compatibilità del vostro tema o plug-in, date un’occhiata alla guida sul debug in termini di compatibilità del tema. Troverete consigli e idee su come rendere il vostro tema facilmente compatibile con WPML.

Se necessitate del nostro aiuto, chiedetecelo. Andate sul nostro forum di assistenza tecnica, spiegate cosa non funziona e vi aiuteremo in tempi rapidi.