WPML include il plug-in Translation Management, che consente ai gestori del sito di determinare quali utenti tradurranno ciascun contenuto.

Il modulo Translation Management è disponibile come parte del pacchetto CMS multilingue.

Questa pagina spiega come utilizzare Translation Management di WPML.

Per saperne di più, leggete le caratteristiche di Translation Management.

Impostare i traduttori

In WPML, un traduttore è un utente di WordPress a cui vengono conferiti i privilegi di traduzione. I traduttori possono avere qualsiasi tipo di account in WordPress, possono anche essere sottoscrittori. Per tradurre utilizzeranno l’editor di traduzione di WPML, invece di modificare manualmente pagine e post di WordPress.

Per trasformare gli utenti di WordPress in traduttori, andate su:

WPML->Translation Management->Translators (Traduttori).

Scheda delle impostazioni dei traduttori
Impostare i traduttori

Scegliete la combinazione linguistica della traduzione e l’utente.

Per i vostri traduttori, cliccate sull’opzione “local” (“locale”) e selezionate l’utente di WordPress. Se abilitate un servizio di traduzione come ICanLocalize, potete anche trovare traduttori professionali pre-qualificati.

Aggiunta di traduttori locali
Aggiunta di traduttori locali

Nota: una volta scelto un utente di WordPress come traduttore, per aggiungere un’altra combinazione linguistica cliccate sul link “edit languages” (“modifica lingue”) di quel traduttore nell’elenco di traduttori su questa pagina.

Aggiunta delle coppie linguistiche del traduttore
Aggiunta delle coppie linguistiche del traduttore

Selezionare i tipi di contenuto da tradurre

Se state utilizzando solamente pagine e post, senza campi personalizzati, potete saltare questa sezione.

Per scegliere i tipi personalizzati e i campi personalizzati da tradurre, andate su:

WPML->Translation Management->Multilingual Content Setup (Configurazione contenuto multilingue).

Visualizzerete una sezione per i campi personalizzati, i tipi personalizzati e la tassonomia. Controllate gli elementi che richiedono una traduzione.

Configurazione del contenuto multilingue

Configurazione del contenuto multilingue

Per i campi personalizzati sono possibili le seguenti opzioni:

  • Non tradurre
  • Sincronizza: copia dall’originale alle traduzioni
  • Traduci

Per i tipi personalizzati e la tassonomia, potete scegliere di renderli traducibili o di mantenerli tutti nella lingua predefinita.

Inviare il contenuto alla traduzione

Ora che avete trasformato i normali utenti di WordPress in traduttori e che avete configurato il contenuto da tradurre, potete proseguire e inviare il contenuto alla traduzione.

Andate su WPML->Translation Management->Translation Dashboard (Bacheca traduzioni).

Bacheca traduzioni
Bacheca traduzioni

La Bacheca traduzioni vi consente di filtrare il contenuto conformemente allo stato di traduzione. Successivamente, potrete selezionare cosa tradurre e la lingua target in cui tradurla.

Quando cliccate su Send to translation basket (Invia al paniere traduzioni), le stringhe selezionate vengono aggiunte alla scheda paniere traduzioni. Da lì potete inviarle alla traduzione.

Paniere traduzioni
Paniere traduzioni

Se avete attivato la traduzione professionale tramite un servizio di traduzione, il contenuto viene inviato fuori sede per essere tradotto. Se selezionate local (locale), i vostri traduttori riceveranno delle e-mail di notifica e tradurranno in WordPress con l’editor di traduzione di WPML.

In entrambi i casi visualizzerete lo stato dei documenti passare da “not translated” (“non tradotto”) a “translation in progress” (“traduzione in corso”). Successivamente, quando le traduzioni saranno completate, anche lo stato si aggiornerà.

Coda di lavori per i traduttori

Quando gli amministratori inviano il contenuto da tradurre, i vostri traduttori riceveranno delle e-mail di notifica.

I traduttori non visualizzeranno la Bacheca traduzioni, ma ciascun traduttore avrà una coda di lavori che l’amministratore del sito gli/le ha inviato.

Per visualizzare la loro coda di lavori in sospeso, i traduttori andranno su WPML->Translations (Traduzioni).

Coda di lavori di traduzione

Tradurre con l’editor di traduzione di WPML

Quando i traduttori cliccano su “edit” (“modifica”) dal loro elenco di lavori in sospeso, giungono all’Editor di traduzione di WPML. Da lì visualizzeranno gli originali e le traduzioni, affiancati.

Ecco lo stesso post Hello world, nell’Editor di traduzione.

Utilizzare l’Editor di traduzione

Il post di un blog include un titolo, un corpo, i tag e le categorie. L’Editor di traduzione mostra ciascuno di questi elementi in un campo diverso. Potete visualizzare l’originale e la traduzione e copiarli tra di loro.

Come per l’editor standard di WordPress, l’Editor di traduzione comprende anche le modalità di modifica HTML e Visiva.

Quando tutti i campi sono completati, cliccate sulla casella di controllo translation finished (traduzione completata) per spostarvi al campo successivo.

Quando sono state effettuate delle modifiche a un documento originale già tradotto, i vostri traduttori potranno visualizzare cos’è stato modificato utilizzando il link “Show changes” (“Mostra modifiche”) sotto l’editor del post contenuto.

Mostra le modifiche nel documento originale
Mostra le modifiche nel documento originale