WPML può assistere diverse lingue di domini o sottodomini diversi. Affinché funzioni, dovrete configurare il vostro server web. Inizieremo con la teoria del funzionamento, così potrete capire come impostarla sul vostro server.

Fasi di elaborazione delle richieste di domini diversi

Quando giunge una richiesta, ecco cosa succede:

  1. Il DNS indica al browser dove è ospitato il sito.
  2. Il server web riceve la richiesta e decide quale host virtuale risponde.
  3. L’host virtuale esegue WordPress e WPML. WPML indica a WordPress quale pagina restituire per ciascuna lingua.

Per far funzionare le lingue in domini diversi, tutte le lingue devono rivolgersi alla stessa installazione di WordPress. Per questo dovete impostare la configurazione del DNS e di Apache.

Se vi siete cimentati nella modifica di .htaccess nel tentativo di reindirizzare le richieste da un dominio all’altro, state commettendo un errore. Esiste una sola installazione di WordPress, quindi non c’è nulla da reindirizzare.

1) Configurate il DNS

Dovete registrare tutti i domini o i sottodomini per le diverse lingue. La modalità da adottare dipende dal pannello di controllo del vostro hosting, ma alla fine il risultato è sempre lo stesso. Tutti i domini devono girare sullo stesso server web.

Se state eseguendo un sito locale (localhost) e desiderate testare questa configurazione, dovrete modificare il file “host” e aggiungere le voci per i diversi domini.

Solitamente, l’indirizzo del server locale è 127.0.0.1, quindi se desiderate testare i domini quali es.local e de.local, al vostro file hosts aggiungete quanto segue:

127.0.0.1  es.local
127.0.0.1  de.local

Sui PC Linux, il file hosts si trova in /etc/hosts. In Windows, solitamente in C:WINDOWSsystem32driversetchosts.

2) Configurate il server web

Nel nostro esempio utilizzeremo Apache e spiegheremo come appariranno i file di configurazione. Il vostro server potrebbe avere un pannello di controllo nella parte superiore di Apache che aggiunge il grazioso controllo grafico ai file di configurazione di Apache. Se non riuscite a determinare come implementare quanto segue utilizzando il pannello di controllo, potete copiare questo esempio e chiedere al vostro provider di hosting.

Il modo più semplice è avere una singola voce VirtualHost per tutti i domini e utilizzare le istruzioni di ServerAlias per indicare ad Apache di rispondere ai diversi domini con lo stesso host virtuale.

Ad esempio:

<VirtualHost *>
  DocumentRoot /your_wp_install_directory/wordpress
  ServerName www.english-domain.com
  ServerAlias www.french-domain.fr

  ... your other stuff here ...
</VirtualHost>

In questo modo si indica ad Apache che è presente una sola installazione di WordPress che risponde alle richieste di www.english-domain.com e www.french-domain.fr, a prescindere dalla totale diversità dei domini o sottodomini.

Se non sapete come configurare ServerAlias nel file host virtuale (magari perché non ne disponete l’accesso diretto), potete impostare due sezioni di VirtualHost, entrambe rivolte verso lo stesso DocumentRoot (il percorso dove è installato WordPress), ma con valori ServerName diversi.

Potete testare questa configurazione anche senza WPML (consigliato). Andate su entrambi i domini e controllate se visualizzate il vostro sito di WordPress.

Nota: molti provider di hosting condiviso non consentono di modificare direttamente il file di configurazione di Apache. Al posto di modificare il file di configurazione, potete provare a creare dei domini add-on per cPanel rivolti alla stessa installazione fisica di WordPress.

3) Indicate a WPML se state usando diverse lingue in domini

Quando questa configurazione è in funzione, potete indicare a WPML di utilizzarla per determinare le lingue.

Andate su WPML->Lingue. Scegliete le lingue “Un dominio diverso per lingua“. WPML vi chiederà i domini di ciascuna lingua. Inseriteli, convalidateli e salvate.

Lingue per dominio in WPML

I valori predefiniti che WPML imposta nei campi linguistici sono sottodomini con i nomi delle impostazioni locali. Potete sovrascriverli con i nomi di dominio attuali.


Assistenza multisito

Queste FAQ descrivono le fasi richieste per configurare le lingue in domini per l’installazione di WordPress per un solo sito.

Potete utilizzare le lingue in domini in modalità multisito, seguendo la configurazione aggiuntiva. Per fare ciò, seguite la guida per la configurazione delle lingue in domini in modalità multisito.