Tutto ciò che non rientra in post, pagine o tassonomia finisce in String Translation: tagline del sito, testi generali e schermate di amministrazione, titoli di widget e molti altri testi.

Il modulo String Translation di WPML fa parte del pacchetto CMS multilingue. Per abilitarlo dovete scaricarlo e installarlo dal vostro account di WPML.org.

Successivamente, andate su WPML->String Translation.

Schermata di String Translation

Scegliere quali stringhe visualizzare

Un sito complesso potrebbe contenere molte stringhe da tradurre. Per determinare quali stringhe visualizzare, utilizzate il filtro di visualizzazione in cima alla pagina String Translation.

  • Quali stringhe visualizzare: scegliere lo stato della traduzione (tutto, traduzione completata, da tradurre o in attesa di traduttore)
  • Contesto delle stringhe: WPML organizza le stringhe in diversi contesti, affinché risulti più facile trovare una stringa specifica.
  • Ricerca: potete inserire un valore di ricerca per restringere la ricerca delle stringhe specifiche

Traduzione delle stringhe

Per aprire l’editor di traduzione cliccate sul link traduzioni.

Tradurre una stringa

Dopo aver tradotto, assicuratevi di cliccare su “traduzione completata“. Le traduzioni incomplete non appariranno sul sito.

Se state utilizzando il modulo Translation Management di WPML, potete anche inviare le stringhe da tradurre ai vostri traduttori.

Cliccate sulle caselle di controllo vicino alle stringhe, selezionate la lingua dall’elenco (nella casella Opzioni traduzione) e scegliete di inviarle alla traduzione. Nota: non potete scegliere un traduttore specifico. Tutti i traduttori di una coppia linguistica hanno la possibilità di tradurre le stringhe che avete scelto.

Inviare le stringhe alla traduzione

Funzionalità avanzate di String Translation

Oltre al filtro base e alle funzionalità di traduzione, WPML offre opzioni avanzate, che possono semplificare l’amministrazione del vostro sito.

Tracciare quando le stringhe appaiono sul sito

Questa opzione vi aiuta a identificare dove vengono utilizzate le stringhe nelle pagine pubbliche del sito. Quando sono abilitate, WPML terrà traccia della fonte PHP e delle pagine che visualizzano ciascuna stringa. Questa funzionalità vi aiuta a comprendere il corretto contesto delle stringhe e come dovrebbero essere tradotte.

Nota: questa funzione fa un uso intensivo del database. Dovete abilitarla solamente in fase di creazione del sito.

Attivare l’invio automatico delle stringhe alla traduzione

WPML utilizza l’analisi del codice statico per localizzare le stringhe che richiedono una traduzione nel tema e nei plug-in. In alcuni casi la scansione del codice statico non riesce a trovare in modo affidabile tutte le stringhe. Questo si verifica spesso quando le stringhe vengono generate utilizzando il codice (stringhe non proprio statiche).

Abilitando la registrazione automatica, WPML registrerà le stringhe da tradurre nel momento in cui vengono visualizzate. L’opzione conservativa è di registrare le stringhe quando accedete come amministratore. In altri termini, quando un amministratore che ha effettuato l’accesso naviga sul sito, WPML registra da tradurre qualsiasi stringa visualizzata.

Durante la registrazione delle stringhe da tradurre, questa operazione potrebbe incrementare la quantità di query al database.

Lingua originale delle stringhe

String Translation di WPML funziona come GetText (solo dinamico). Traduce tutte le stringhe da una lingua all’altra.

Se l’inglese non è la lingua predefinita del vostro sito e anche se l’inglese non viene per nulla utilizzato nel vostro sito, tutte le stringhe hardcoded dovranno comunque restare in inglese. WPML vi consente di tradurre dall’inglese alle lingue del vostro sito.

Questo perché molti altri testi del vostro sito sono ancora hardcoded in inglese: lo stesso WordPress, la maggior parte dei plug-in e dei temi.

Tuttavia, se desiderate sovrascriverlo e impostare una lingua “di partenza” diversa per le stringhe, potete farlo con questa casella.

Se la lingua del vostro sito non è l’inglese, dovete leggere tutte le FAQ su come utilizzare String Translation con una lingua predefinita diversa dall’inglese.

Importare/esportare file .po

Potete importare le traduzioni da altre fonti ed esportare le traduzioni attuali utilizzando i file .po. Se scegliete di esportare le stringhe senza le relative traduzioni, l’estensione del file sarà .pot (Portable Object Template). Se scegliete di includere le traduzioni, l’estensione sarà .po.

Quando importate le traduzioni, dovete scegliere in quale lingua importarle.

Tradurre le stringhe nella tabella wp_options

Molti temi e plug-in memorizzano i testi nella tabella wp_options. Potete indicare a WPML di registrare queste stringhe nella traduzione.

Per farlo, cliccate su Traduci testi nelle schermate di amministrazione. Aprirà un’interfaccia grafica utente mostrante le stringhe che WPML trova nel vostro sito. Spesso l’elenco sarà un albero, che potete espandere e comprimere.

Nota per gli sviluppatori: gli autori dei temi e dei plug-in potrebbero anche includere un file di configurazione delle lingue nel loro codice, che informa WPML quali stringhe tradurre nella tabella wp_options. Questo potrebbe far risparmiare molto tempo agli utenti finali, che configurano siti multilingue.