Salta la navigazione

Come iniziare con WPML

Questa guida ti mostrerà come configurare WPML e rendere il tuo sito multilingue. Ci occuperemo della configurazione e di come tradurre i contenuti del sito.

Installazione di WPML e aggiunta di lingue al tuo sito

Inizia assicurandoti che il sito soddisfi i requisiti minimi di WPML. Se hai un account Multilingual CMS o Multilingual Agency, dovresti sempre installare i plugin WPML Multilingual CMS e WPML String Translation . Se hai un account Multilingual Blog, hai accesso solo al plugin WPML Multilingual CMS.

Nella nostra pagina dei download, troverai solo OTGS Installer. Si tratta di un piccolo plugin che scarica e installa WPML per te. I file ZIP di WPML sono di grandi dimensioni e il nostro OTGS Installer fa in modo che il processo di installazione avvenga senza problemi.

Dopo aver installato WPML Multilingual CMS e i componenti aggiuntivi di cui il sito ha bisogno, dovrai seguire una procedura di configurazione guidata. Lì potrai aggiungere le lingue, scegliere i metodi di traduzione e prendere altre decisioni importanti.

Tradurre con WPML

Ora che hai installato e configurato WPML, è il momento di iniziare a tradurre.

Ci sono due cose che dovrai fare. Tradurre il “contenuto” e “tutto il resto” (la struttura del sito).

Ti consigliamo di iniziare a tradurre i contenuti e solo successivamente la struttura del sito. In questo modo, quando tradurrai il menu, avrai già i contenuti tradotti da inserire.

2.1. Tradurre i contenuti del sito

Quando traduci un contenuto, WPML include tutto ciò che è correlato. Quindi per esempio:

WPML raccoglierà per te tutto ciò che deve essere tradotto e che fa parte dei contenuti che stai traducendo.

Tradurre una pagina con l’editor di traduzione di WPML

Il modo più semplice: tradurre con la Gestione traduzioni di WPML

Se hai un account Multilingual CMS o Multilingual Agency, vai in Gestione traduzioni. La Gestione traduzioni di WPML ti offre una panoramica completa dello stato di traduzione del tuo sito e ti permette di tradurre in qualsiasi modo tu preferisca.

Gestione traduzioni offre diversi modi per tradurre i contenuti.

Traduzione automatica con revisione umana (opzionale)

La traduzione automatica di WPML è veloce, precisa e conveniente. Con ogni acquisto di WPML viene fornito un certo numero di crediti gratuiti, sufficienti per tradurre la maggior parte dei siti WordPress senza costi aggiuntivi.

Traduci da te

Controlla i contenuti del sito nelle lingue che parli, grazie all’Editor di traduzione avanzato di WPML.

Traduttori direttamente in WordPress

Gestisci facilmente chi traduce cosa e dai ai tuoi traduttori l’accesso all’Editor di traduzione avanzato di WPML.

Servizi di traduzione professionale

Goditi l’integrazione semplificata con i principali servizi di traduzione.

Completamente flessibile – Traduci con le icone “Più”

Ogni contenuto avrà un’icona “Più” che ti permetterà di tradurlo.

Utilizza le icone Più nell’editor di WordPress per tradurre i contenuti

Per impostazione predefinita, la traduzione aprirà l’Editor di traduzione avanzata di WPML. Puoi disattivare l’Editor di traduzione avanzato per le pagine che necessitano di un design specifico per ogni traduzione. Poi, traducili usando l’editor nativo di WordPress.

Se hai un account Multilingual Blog, Gestione traduzioni non è disponibile, quindi questo è il tuo metodo per tradurre i contenuti.

2.2. Tradurre la struttura del sito (per gli account Multilingual CMS e Multilingual Agency)

La struttura di un sito è tipicamente composta da:

Tradurre l’intestazione, le barre laterali e il piè di pagina usando Traduzione stringhe

Traduzione stringhe (non disponibile per gli account Multilingual Blog) ti permetterà di tradurre i testi dell’intestazione, del piè di pagina e delle barre laterali. Vedrai le stringhe da tradurre sia in WPML → Traduzione stringhe che in WPML → Gestione traduzioni, nella sezione Stringhe. I siti WordPress hanno molte stringhe e non è necessario tradurle tutte. Nel pannello potrai vedere le stringhe che appaiono sul front-end del sito e che mancano di traduzione.

Traduzione dei menu

Prima di tradurre i menu, ricordati di tradurre il contenuto che appare nei menu. Poi, vai su
WPMLSincronizzazione dei menu di WordPress.

Menu in lingua originale (inglese)

Menu nella lingua secondaria (spagnolo)

Personalizza WPML

Ora che sai come configurare WPML e tradurre i tuoi contenuti, ecco alcuni modi utili per personalizzare ulteriormente il plugin:

Selettore delle lingue

Aggiungi e personalizza i selettori delle lingue nel menu, nel piè di pagina o nei widget del sito

Formato URL delle lingue

Scegli la struttura degli URL per le traduzioni

Tradurre i tipi di contenuto

Scegli quali tipi di contenuti personalizzati tradurre

Tradurre le categorie dei post, i tag e le tassonomie personalizzate

Traduci qualsiasi tipo di tassonomia in WordPress

Aggiornato
Maggio 27, 2024